1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Frasi tratte da versioni di autori

Discussione in 'Forum Versioni di Latino' iniziata da x_Pinka, 7 Settembre 2008.

  1. x_Pinka

    x_Pinka Primino Utente

    Messaggi:
    21
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    2
    Ciao. Piano piano ti posto qui le frasi che non mi riescono o quelli che provo a fare ma vengono malissimo così magari mi ci dai un'occhiata in modo che capisco dove sbaglio. Faccio il quarto anno quest'anno ma nonostante ciò, le vuole letteralissime la prof.

    1) Quid quisque posset, nisi temptando non didicit. (Sen)

    2) Expertus es quam caduca felicitas esset. (Curt)
    Sei esperto che la felicità è inutile [viene senza senso :(]

    3) Erat magna suspicio Parthos, si ex Syria egredi conarentur, iter per Cappadociam esse facturos. (Cic)
    Era grande il sospetto che i Persiani si sarebbero fatti il viaggio attraverso la Cappadocia se tentassero di uscire dalla Siria

    4) Dumnorix a Sequanis impetrat ut per fines suos Helvetios ire paterentur. (Caes.)
    Dumnorige ottiene dai Sequani il permesso di .....? [non riesco a continuarla e non capisco perchè]

    5) Hi homines nobilissimi atque integerrimi nostrae civitatis ita vixerunt ut, quicquid dicerent, nemo esset, qui non aequum putaret. (Cic.)
    Questi uomino nobilissimi e purissimi della nostra civiltà vissero così che, avendo detto qualsiasi cosa, nulla ci fosse, che non fosse considerato non piano.

    6) Generi animantium omni est a natura tributum, ut se vitam corpusque tueatur, declinet ea, quae nocitura videantur. (Cic.)
    Ogni genere di essere umano è dono dalla natura, affinchè conservasse se stesso e la vita, si allontanasse in queste cose, che sembrano nocive

    7) Hostes, diutius cum sustinere nostrorum impetus non possent, alteri se in montem receperunt, alteri ad impedimenta se contulerunt. (Caes.)
    I nemici, un po' a lungo non potendo sostenere l'attacco dei nostri, si ritirarono alcuni sul monte, altri si recarono presso gli ostacoli.

    8) Ista quam necessaria fuerint, non facile dixerim. (Cic.)
    [non riesco a farla questa...]
    9) Sapiens intellegit quam et iniquum sit et peri****sum irasci publico vitio. (Sen.)
    Il sapiente comprende come sia disuguale e pericoloso l'adirarsi con il vizio pubblico

    10) Itaque placuit ut duae coloniae circa Vescinum et Falernum agrum deducerentur. (Liv.)
    Pertanto sembra giusto che le due colonie conducano intorno al territorio dei Vescini e dei Falerni.
    11) Caesar, cum Pompei castris adpropinquasset, ad hunc modum aciem eius instructam animadvertit. (Caes.)

    12) Age, quam prudenter Solon neminem, dum adhuc viveret, beatum dici debeer arbitrabatur, quod ad ultimum usque fati diem ancipiti fortunae subiecti essemus. (Val. Max.)

    13) Hoc proelio facto, reliquas copias Helvetiorum ut consequi posset, Caesar pontem in Arare faciendum curat atque ita exercitum traducit. (Caes.)

    14) Orator noverit (= sciat) quot modis quidve dicatur. (Cic.)

    15) Ait Diogenes spernendas esse divitias, quod inutiles sint. (Cic.)

    Le altre non son riuscita perchè non sto proprio bene di mio. Se riesci almeno a spiegarmi l'analisi logica che la faccio io o se vuoi farmele fai pure. Non sentirti obbligata. Spero che siano giuste le mie frasi.
    A presto!
    Ultima modifica: 7 Settembre 2008
  2. StudentVille Sponsorizzato

  3. kikka78

    kikka78 Moderatore

    Messaggi:
    22.445
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Punteggio:
    47
    1) Quid quisque posset, nisi temptando non didicit. (Sen)
    ciascuno non può qualcosa se non impara a tentare

    2) Expertus es quam caduca felicitas esset. (Curt)
    hai sperimentato quanto caduca sia la fortuna

    3) Erat magna suspicio Parthos, si ex Syria egredi conarentur, iter per Cappadociam esse facturos. (Cic)
    Era grande il sospetto che i Persiani si sarebbero fatti il viaggio attraverso la Cappadocia se tentassero di uscire dalla Siria

    4) Dumnorix a Sequanis impetrat ut per fines suos Helvetios ire paterentur. (Caes.)
    Dumnorige ottiene dai Sequani che gli Elvezi passino attraverso i loro confini

    Hi homines nobilissimi atque integerrimi nostrae civitatis ita vixerunt ut, quicquid dicerent, nemo esset, qui non aequum putaret. (Cic.)
    Questi uomino nobilissimi e purissimi della nostra civiltà vissero così che, avendo detto qualsiasi cosa, nulla ci fosse, che non fosse considerato non piano.

    6) Generi animantium omni est a natura tributum, ut se vitam corpusque tueatur, declinet ea, quae nocitura videantur. (Cic.)
    Ogni genere di essere umano è dono dalla natura, affinchè conservasse se stesso e la vita, si allontanasse in queste cose, che sembrano nocive

    7) Hostes, diutius cum sustinere nostrorum impetus non possent, alteri se in montem receperunt, alteri ad impedimenta se contulerunt. (Caes.)
    I nemici, un po' a lungo non potendo sostenere l'attacco dei nostri, si ritirarono alcuni sul monte, altri si recarono presso gli ostacoli.

    8) Ista quam necessaria fuerint, non facile dixerim. (Cic.)
    non dirò facilmente quanto queste cose saranno state necessarie

    9) Sapiens intellegit quam et iniquum sit et peri****sum irasci publico vitio. (Sen.)
    Il sapiente comprende come sia disuguale e pericoloso l'adirarsi con il vizio pubblico

    10) Itaque placuit ut duae coloniae circa Vescinum et Falernum agrum deducerentur. (Liv.)
    Pertanto sembra giusto che le due colonie conducano intorno al territorio dei Vescini e dei Falerni.

    11) Caesar, cum Pompei castris adpropinquasset, ad hunc modum aciem eius instructam animadvertit. (Caes.)
    Cesare, essendosi avvicinato all'accampamento di Pompeo, capì che la sua schiera era stata allestita in questo modo

    appena posso faccio le altre
  4. kikka78

    kikka78 Moderatore

    Messaggi:
    22.445
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Punteggio:
    47
    12) Age, quam prudenter Solon neminem, dum adhuc viveret, beatum dici debeer arbitrabatur, quod ad ultimum usque fati diem ancipiti fortunae subiecti essemus. (Val. Max.)
    Orbene, con quanta saggezza Solone pensava che nessuno, finché vive, dev'essere detto beato, dal momento che siamo soggetti fino all'ultimo giorno della nostra vita al capriccio della fortuna

    13) Hoc proelio facto, reliquas copias Helvetiorum ut consequi posset, Caesar pontem in Arare faciendum curat atque ita exercitum traducit. (Caes.)
    Dopo questa battaglia, per raggiungere il resto dell'esercito elvetico, Cesare provvide a far costruire un ponte sull'Arar trasferendo così sull'altra riva le sue truppe.

    14) Orator noverit (= sciat) quot modis quidve dicatur. (Cic.)
    l'oratore sappia in quale modo questo si dica

    15) Ait Diogenes spernendas esse divitias, quod inutiles sint. (Cic.)
    Dice Diogene di dover disprezzare le ricchezze poichè sono inutili

    Putroppo qualche ********** sul sito gira sempre, quell'utente era già stato bannato, probabilmente non ha digerito il fatto che non sia stato aiutato. Ci tengo a sottolineare che sono due anni che sono qui e mai nessuno si è lamentato, se vuoi qualche notizia su di me, guarda nella pagina iniziale del sito alla voce "chi siamo". Ciao ;)

Condividi questa Pagina