1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Frasi

Discussione in 'Forum Versioni di Latino' iniziata da Guidus93, 19 Febbraio 2009.

  1. Guidus93

    Guidus93 Primino Utente

    Messaggi:
    21
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    2
    1 quicumque amisit dignitatem pristinam, etiam ignavis iocus (motivo di scherno) est in casu gravi

    2 ago tibi gratiam quoquo animo facis

    3 quicquid honestum est, id utile est

    4 dicam quod sentio, quoquo animo me auditurus est

    5 nostri, quamcumque in partem impetum fecerant, hostes loco cedere cogebant

    6 parvula formica ore trahit quodcumque potest atque addit acervo quem struit
     
  2. StudentVille Sponsorizzato

  3. kikka78

    kikka78 Moderatore

    Messaggi:
    22.445
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Punteggio:
    47
    1 quicumque amisit dignitatem pristinam, etiam ignavis iocus (motivo di scherno) est in casu gravi
    Chiunque abbia perso la propria dignità, nella disgrazia è vittima anche dei vili.

    2 ago tibi gratiam quoquo animo facis
    ti ringrazio per quello che fai con animo

    3 quicquid honestum est, id utile est
    qualsiasi cosa è onesta è anche utile

    5 nostri, quamcumque in partem impetum fecerant, hostes loco cedere cogebant
    i nostri in qualunque parte avevano fatto impeto, costringevano i nemici a (cedere) dal luogo

    fai le due che mancano
     
  4. Guidus93

    Guidus93 Primino Utente

    Messaggi:
    21
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    2
    graziee. ho tempo per inserirne altre perchè ne ho veramente troppe da fare e doma ho verifica di ita. dimmi tu
     
  5. kikka78

    kikka78 Moderatore

    Messaggi:
    22.445
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Punteggio:
    47
    Io fra 15 minuti vado via...
     
  6. Guidus93

    Guidus93 Primino Utente

    Messaggi:
    21
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    2
    faccio veloce.
    1 qui hoc parat contra me, hic iam mihi hostis est
    2 quas ad dyrrhachium naves longas habebat, pompeius mittit
    3 advenit mulier; qua muliere alia nulla est pulchrior
    4 mauri atque gaetuli in nostros incurrunt. qui omens trepidi improviso metu ac tamen virtutis memore, arma capiebant
    5 quod nimis meseri volunt, hoc facile credunt
    6 eodem tempore equites ab sinistro pompei cornu universi procucurrerunt. quorum impetum noster equitatus non sostinuit
    7 quae naves, ex bruti classe, prozimae erant, in eas massilienses impeditas impetum faciunt
    8 que prudentia es, nihil te fugiet
     
  7. kikka78

    kikka78 Moderatore

    Messaggi:
    22.445
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Punteggio:
    47
    1 qui hoc parat contra me, hic iam mihi hostis est
    Quello che prepara questo contro di me questo è a me nemico

    2 quas ad dyrrhachium naves longas habebat, pompeius mittit
    Pompeo mandò a durazzo quelle navi lunque che aveva

    3 advenit mulier; qua muliere alia nulla est pulchrior
    venne la moglie nessun'altra moglie è più bella di quella moglie

    5 quod nimis meseri volunt, hoc facile credunt
    quelli che vogliono essere troppo (meseri) credono facilmente a questo

    6 eodem tempore equites ab sinistro pompei cornu universi procucurrerunt. quorum impetum noster equitatus non sostinuit
    nello stesso tempo tutti i cavalieri accorsero dall'ala sinistra di Pompeo il quale impeto la nostra cavalleria non sostenne

    ora...da solo perchè devo scappare ;)
     
  8. Guidus93

    Guidus93 Primino Utente

    Messaggi:
    21
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    2
    grazie
     
  9. anna97

    anna97 Primino Utente

    Messaggi:
    1
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    2
    mi potete tradurre questa versione? x favore è urgente!!!!

    TRISTE FINE DEL POTENTE
    Quicumque(chiunque) amisit dignitatem pristinam,etiam ignavis est iocus(oggetto di scherno)] in casu gravi.
    Defectus(sfinito) annis leo iacebat spiritum extremum trahens;
    Aper venit per campum et fulmineis dentibus vindicavit veterem iniuriam.
    Mox taurus infestis cornibus confodit leonis corpus. Asinus, ut vidit leonem accipere impune iniurias,calcibus frontem leonis extudit.
    Leo exspirans dixit: <<Indigne accepi animalium fortium iniurias; nunc bis videor mori, quod asini,naturae dedecoris, impune accipio>>
     
  10. scriptess

    scriptess Primino Utente

    Messaggi:
    4
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    2
    graziee.
    [​IMG]
     

Condividi questa Pagina