1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Ulisse e la ninfa Calipso

Discussione in 'Forum Versioni di Latino' iniziata da eli24, 9 Luglio 2008.

  1. eli24

    eli24 Primino Utente

    Messaggi:
    16
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    2
    Bello Troiano confecto, Ulixes, ***** domum rediens, naufragio facto , classe comitibusque amisis, nando in insulam Aeaeam pervenit, ubi mympha Calypsus, Atlantis filia, habitabat. Nympha, Ulixis amore capta, cupiens eum in perpetuum secum habere, per decem annos virum in insula retinuit. Sed Ulixes, desiderio patriae, uxoris filiique captus, admodum tristis erat et totum diem in litore sedebat spectans mare, trans quod insula Ithaca exstabat. Tum Iuppiter, deorum contione advocata, omnibus consentientibus, Ulixis dimisionem decrevit. Tum Mercurius, Iovis iussum Calypso denuntiaturus, de Olympo insulam Aeaeam descendit. Nympha, etiamsi invita, deorum regi paruit et Ulixem omnibus ad iter necessariis rebus arnatum dimisit. Is, rate instructa, insulam reliquit et se navigationi commisit Ithacam rediturus, sed Iunonis voluntate rursus naufragium fecit et ad Phaeacum insulam tandem pervenit.
    Grazie mille!
  2. StudentVille Sponsorizzato

  3. kikka78

    kikka78 Moderatore

    Messaggi:
    22.445
    "Mi Piace" ricevuti:
    1
    Punteggio:
    47
    Terminata la guerra troiana, Ulisse, tornando in patria da *****, essendo naufragato, persi i compagni e la flotta, nuotando giunse all'isola Enea, dove abitava la ninfa Calipso, figlia di Atlante. La ninfa, presa dall'amore di Ulisse, desiderando che quello lo tenesse con lui in eterno, lo trattenne nell'isola per dieci anni. Ma Ulisse, per desiderio della patria, saputo del figlio e della moglie, era oltremodo triste e sedeva sulla spiaggia tutto il giorno guardando il mare, oltre cui stava l'isola di itaca. Allora Giove, convocata l'assemblea degli dei, con il consenso di tutti, decise la partenza di Ulisse. Allora Mercurio, avendo intenzione di annunciare l'ordine di Giove a Calipso, scesa dall'olimpo all'isola Enea. La ninfa, sebbene malvolentieri, obbedì al re degli dei e lasciò Ulisse equipaggiato di tutte le cose necessarie per il viaggio. Questo, costruita una zattera, lasciò l'isola e iniziò la navigazione per tornare ad Itaca, ma per volere di Giunone di nuovo naufragò e giunse all'isola dei Feaci.

Condividi questa Pagina