1. Questo sito utilizza i cookies. Continuando a navigare tra queste pagine acconsenti implicitamente all'uso dei cookies. Scopri di più.

Versione: Il lusso luculliano

Discussione in 'Forum Versioni di Latino' iniziata da gin92, 22 Ottobre 2007.

  1. gin92

    gin92 Primino Utente

    Messaggi:
    28
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    2
    Libro da cui è presa: Nova Officina
    Titolo della versione: Il lusso luculliano
    Entro quando mi serve: 24 Ottobre

    Testo in latino:

    Lucius Lucullus ditissimus 1 Romanorum existimatus est, quia, cum contra Mithridatem in Asiam consul missus esset, ingentissimam praedam ceperat et Romam cum infinitis spoliis rediverat. Tum coeperat villas magnificas immenso sumptu sibi aedificare, ubi2 tam splendide epulabatur ut nemo3 umquam magnificentiora convivia apparare posse videretur. Quare cenae splendidae et sumptuosae «Lucullianae» appellatae sunt. Hic villam habuit apud Tusculum pulcherrimam, porticibus et exedris ornatam, tricliniis magnificis et tablinis pretiosis praedítam 4. In quam cum' olim venisset Pompeius, omnibus rebus circumspectis 6, «Haec villa - inquit - mihi aestate amoenissima, sed hieme minus commoda videtur». Cui respondit Lucullus: «Num tibi videor minus sapére 7 quam hirundines, quae, adventante hieme", sedem commutant?». Habebat enim alias villas in regionibus calidioribus, in quibus hiemare solebat.

    Grazie 1000!
  2. StudentVille Sponsorizzato

  3. kikka78

    kikka78 Moderatore

    Messaggi:
    22.445
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    47
    Lucio Lucullo è considerato il più ricco dei romani, poichè, essendo stato mandato contro Mitridate in Asia come console, aveva preso un grandissimo bottino e era tornato a Roma con infinite spoglie. Allora aveva iniziato a costruire per se stesso magnifiche ville con enorme spesa, qui mangiava così splendidamente che nessun convivio mai sembra poter essere allestito più meravigliosamente. Per tale ragione le cene splendide e suntuose vengono chiamate Luculliane. Questo ebbe una villa presso Tuscolo molto bella, ornata di portici ed esedre, fornita di triclini magnifici e tablini preziosi. Pompeo essendo giunto in questa, viste tutte le cose disse: questa villa mi sembra assai piacevole d'estate ma meno comoda d'inverno. A questo Lucullo rispose: forse a te sembra meno sapere che le rondine, avvicinandosi l'inverno, cambiano sede? Aveva infatti altre case in regioni più calde, nelle quali era solito svernare.
  4. gin92

    gin92 Primino Utente

    Messaggi:
    28
    "Mi Piace" ricevuti:
    0
    Punteggio:
    2
    Grazie mille! :)

Condividi questa Pagina